Tag Archives: iphone

Apple ammette di rallentare i vecchi iPhone

Apple è stata costretta a pubblicare, sulla propria homepage italiana, una “dichiarazione rettificativa” in merito alla causa persa alla fine del 2018, dove l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), aveva dichiarato Apple e Samsung colpevoli di “obsolescenza programmata”. Apple era stata infatti accusata di non aver fornito informazioni adeguate sull’impatto dell’aggiornamento iOS 10.2.1, il quale ha introdotto il famigerato rallentamento delle prestazioni degli iPhone con batterie chimicamente esaurite o non funzionanti. Per trovare l’avviso, dovrai scorrere la homepage del sito italiano fino alla parte inferiore. Non è stato, invece, ancora pubblicato un commento ufficiale in merito alla questione.

 

Share This

Apple rilascia la seconda beta iOS 12.2

Ricordi quando avevamo parlato dei problemi causati da iOS 12.1.3? Bene, ieri Apple ha rilasciato una nuova versione beta di iOS 12.2 al fine di risolvere i vari bug ed aggiungere alcune novità. Per il momento, questa versione è destinata agli iscritti al programma di testing ma segna il primo cambiamento di software della prima metà del 2019. Tra i vari bug che verranno risolti vi è, senza dubbio, quello relativo alla privacy FaceTime ed alla percentuale della batteria. Se, invece, possiedi un iPhone X, XS, XS Max o XR, avrai 4 nuove Animojis (squalo, gufo, giraffa e cinghiale) che funzioneranno anche durante le chiamate FaceTime. Aspettiamo quindi il rilascio, per tutti, di iOS 12.1.4. anche per vedere se queste indiscrezioni arrivate da 9to5mac siano, come sempre, veritiere.

 

Share This

L’aggiornamento di iOS 12.1.3 causa il bug “nessun servizio”

L’ultimo aggiornamento iOS di Apple, rilasciato la scorsa settimana, sta influendo sulla connettività impedendo a numerosi utenti di connettersi alle proprie reti mobili. Marius Nestor di Softpedia ha riferito di aver riscontrato questo problema e di non essere riuscito a risolverlo nemmeno abilitando e disabilitando, più volte, la modalità aereo. Dopo di lui, numerosi utenti hanno riscontrato questo problema che è stato risolto solo dopo aver riavviato il device almeno due volte. Ma non finisce qui. Sembra infatti che vi siano anche problemi ad agganciarsi alle reti WiFi. Per evitare questi noiosi problemi, pertanto, vi consigliamo di non eseguire l’aggiornamento a iOS 12.1.3 finché il bug non verrà risolto e rilasciata una nuova versione.

 

Share This

iPhone 2019: tripla fotocamera e flash circolare

Molti di noi non hanno ancora fatto in tempo ad acquistare gli iPhone presentati qualche mese fa, che sono già spuntati i primi rendering del presunto prototipo dell’iPhone 11, più piccolo e più sottile. Le immagini trapelate da Onleaks, mostrano infatti una tripla fotocamera posteriore tornata per orizzontale ed un flash circolare. Le immagini dei prototipi, in realtà, sono due ma Oneleaks afferma siano entrambi autentici e circolanti attualmente negli impianti di produzione in quanto parte del processo EVT (Engineering Validation Testing) di Apple, il che significa che potremmo vederne uno, entrambi (divisi tra i vari modelli) o che non vengono lanciati tempo. Dopo le perdite iniziali, anche il Wall Street Journal ha riferito che l’iPhone 11 di fascia alta sarà effettivamente dotato di un sistema a telecamera tripla sul retro del dispositivo, il notch di dimensioni più contenute ed il nuovo obiettivo (il terzo) dovrebbe ospitare un sensore 3D potenzialmente rivoluzionario. Resta da vedere se questi cambiamenti riaccenderanno l’interesse dei clienti dopo le deludenti vendite della gamma attuale.

Share This

La produzione degli iPhone di fascia alta potrebbe trasferirsi in India

Secondo un nuovo rapporto, a partire dal prossimo anno, Apple trasferirà in India la produzione di iPhone di fascia alta. Il partner di produzione sarà Foxconn ed Apple investirà 356 milioni di dollari nel Paese per espandere il suo attuale impianto di produzione di iPhone. L’investimento creerà fino a 25.000 posti di lavoro e ridurrà la presenza manifatturiera di Foxconn (e di Apple) in Cina. Foxconn, in realtà, ha già assemblato iPhone di fascia bassa, compreso l’iPhone SE, in India. La nuova decisione di spostare l’assemblaggio dalla Cina all’India, segna pertanto un importante cambiamento nella politica aziendale sia per Foxconn che per Apple e potrebbe rivelarsi fondamentale per mantenere bassi i costi degli iPhone. Gli Stati Uniti e la Cina, infatti, stanno vivendo un momento di tensione e, se scoppiasse una vera e propria guerra commerciale tra i paesi, le tariffe degli iPhone potrebbero aumentare significativamente. Spostare la produzione in India, quindi, potrebbe ridurre tale rischio ed aiuterebbe Apple a migliorare le sue relazioni nel mercato indiano – di importanza cruciale – in cui la classe media è in forte rialzo e le tasse di importazione sui prodotti che le aziende vogliono vendere sono ancora piuttosto elevate.

 

Share This

Amazon espande il suo assortimento di inventario Apple, compresi i dispositivi più recenti

Secondo un rapporto di CNET, Amazon ha da poco firmato un nuovo accordo con Apple che consentirà al rivenditore di aumentare la selezione dei prodotti Apple presenti sul proprio sito. L’accordo, confermato da Amazon a TechCrunch, offrirà ai rivenditori autorizzati da Apple la possibilità di vendere un’ampia gamma di dispositivi, tra cui anche gli ultimi iPad Pro, iPhone XS e XR, Apple Watch Series 4 oltre alle cuffie Beats. Fino ad ora, infatti, questi prodotti erano disponibili su Amazon solo attraverso venditori terzi ed i prezzi erano davvero altalenanti. Al riguardo, un portavoce Amazon ha affermato: “Amazon è costantemente al lavoro per migliorare l’esperienza del cliente, e uno dei modi in cui lo facciamo è aumentare la selezione dei prodotti che sappiamo che i clienti vogliono. Non vediamo l’ora di espandere il nostro assortimento di prodotti Apple e Beats a livello globale.“ Le due aziende rivali feroci per anni, sembrano ora lavorare insieme amichevolmente. Che questo possa portarci un beneficio in vista del Black Friday?

 

 

Share This

iPhone XR, adesso puoi preordinarlo!

Molti di voi, ieri sera, saranno stati raggiunti dalla mail di Apple per avvisarci che, da ieri è finalmente possibile preordinare l’iPhone XR, quello “economico” per intenderci. Pertanto, anche il terzo modello, tra quelli presentati lo scorso 12 settembre, è finalmente pronto ad essere immesso sul mercato. Questo iPhone, ricordiamo, ha un display LCD Liquid Retina da 6,1 pollici ed un chip A12 Bionic con Neural Engine, per elevate prestazioni di gioco, fotografia e realtà aumentata. L’iPhone XR è disponibile in 6 colorazioni (rosso, corallo, giallo, blu, nero e bianco), dispone del FaceID oltre che della funzionalità Dual Sim. Ma vendiamo ai prezzi: il modello da 64GB viene 889€, quello da 128GB costa 949€ e quello da 256GB 1056€. Ricordiamo infine che, dal 26 ottobre, sarà possibile acquistarlo senza alcuna prenotazione.

Share This

Apple ottiene un nuovo brevetto per l’iPhone pieghevole

Non è un mistero che, da diverso tempo, Apple stia lavorando alla creazione di un iPhone pieghevole. Più di un anno fa, infatti, il gigante della tecnologia ha ottenuto un brevetto al riguardo. Secondo alcuni rumors però, ieri Apple sembra aver ottenuto un nuovo brevetto che, in sostanza estende il precedente. Il brevetto ottenuto alla fine dello scorso anno, descrive un display che può essere “aperto e chiuso come un libro” mentre, il brevetto concesso ieri, si concentra principalmente sull’implementazione di una cerniera flessibile ma menziona anche l’uso di nuovi materiali. Tale brevetto, pertanto, descrive – e illustra – non solo un design pieghevole per iPhone con lo schermo ripiegato al suo interno, in stile libro, ma anche un design in cui lo schermo si avvolge all’esterno del dispositivo, come una copertina di un libro. Nell’immagine trapelata, inoltre, si vede anche un design a doppio cardine dove l’iPhone può esser piegato in entrambi i modi. Apple sta solo valutando l’ipotesi di un iPhone pieghevole o…sta davvero arrivando?

 

Share This

È stato rilasciato iOS 12.0.1: novità, risoluzione bug e 70 nuove emoji

Nella giornata di ieri è stato rilasciato il primo aggiornamento di iOS 12 per correggere dei bug ed introdurre qualche piccola novità. L’aggiornamento, infatti, ha aggiunto oltre 70 nuove emoji, che includono: capelli rossi, capelli grigi, capelli ricci, viso infreddolito, faccia da festa, viso con cuori, mango, canguro, pavone, aragosta, cupcake e molte altre. Inoltre, è stato introdotto il supporto per l’eSIM, che è una SIM digitale che ti consente di attivare un piano cellulare da un gestore telefonico senza la necessità di utilizzare una scheda SIM fisica. Per quanto riguarda le correzioni dei bug, iOS 12.0.1 risolve il problema di ricarica, di cui avevamo già parlato (il cavo Lightning non ricaricava il dispositivo mentre lo schermo è spento) e corregge, inoltre, un bug che ha causato agli iPhone XS e XS Max un rallentamento della velocità WiFi. Vale la pena fare l’aggiornamento? Se il tuo dispositivo era stato “colpito” da uno di questi bug, ovviamente sì. In caso contrario, invece, suggeriamo di aspettare almeno una settimana ed aspettare che gli altri testino l’aggiornamento.

 

 

Share This

Alcuni iPhone Xs e Xs Max presentano problemi di ricarica

Non c’è dubbio, il design dei nuovi iPhone è molto bello ma, in queste ore, è stato segnalato un bug che potrebbe farvi svegliare al mattino con il dispositivo più scarico della sera prima. Decine di utenti, infatti, hanno segnalato problemi di ricarica con i dispositivi iPhone XS e XS Max e hanno condiviso le proprie esperienze sia sui forum MacRumors che sui forum di supporto Apple. In particolare, i dispositivi sembrano non ricaricarsi se il cavo Lightning viene collegato mentre l’iPhone è in stand-by. Tale problema, però, sembra essere un bug del software – forse correlato alle impostazioni degli accessori USB del telefono – e richiede che gli iPhone siano sbloccati (o almeno che lo schermo sia acceso) per iniziare a caricare. Il vlogger di Tech Lewis Hilsenteger ha illustrato i problemi su nove diversi dispositivi iPhone X, XS e XS Max sul suo canale YouTube “Unbox Therapy”. Gli utenti che hanno riscontrato problemi hanno così escogitato soluzioni alternative, compreso l’aggiornamento a iOS 12.1 beta che, a quanto pare, dovrebbe eliminare il problema.

Share This