Tag Archives: iOS

Gli iPhone con batterie di terze parti sono ora idonei per le riparazioni

Grazie ad un aggiornamento della policy riguardante i criteri di riparazione, da ora in poi, anche gli iPhone con batterie riparate/sostituite da terze parti potranno essere riparati presso i Genius Bars e i fornitori di servizi autorizzati Apple (Apple Authorized Service Providers – AASP). Questo è quanto riportano alcuni documenti interni Apple che sono stati ottenuti da MacRumors e French Outlet iGen. In precedenza, infatti, le policy di Apple stabilivano che gli iPhone precedentemente riparati con componenti non originali di terze parti non fossero idonei a ricevere alcun tipo di servizio di riparazione. Le batterie sono soltanto gli ultimi componenti di terze parti ad essere accettate dalla rigida politica di riparazione di Apple, in quanto la società aveva già cambiato la propria politica di riparazione nel 2017 accettando anche iPhone con display di terze parti. Dopo tante “brutte” notizie in merito alla durata delle batterie Apple, finalmente un segnale di apertura.

 

 

Share This

AirPods 2, in arrivo a fine mese?

Secondo alcune indiscrezioni in arrivo direttamente dagli States, Apple potrebbe presentare i nuovi AirPods all’evento che avrà luogo il 25 marzo presso lo Steve Jobs Theatre di Cupertino. È vero che questo evento sarà focalizzato più sui servizi che sull’hardware, ma non è detto che non venga presentato almeno un prodotto nuovo, gli AirPods 2 per l’appunto. Si vocifera, infatti, che già dal 28/29 marzo i nuovi auricolari potrebbero essere disponibili negli store. Tuttavia, se si considera il fatto che potrebbe esser presentato il nuovo caricabatterie wireless (AirPower), piuttosto che il lancio dei nuovi AirPods, potremmo trovarci davanti ad un miglioramento della versione attuale grazie alla ricarica senza fili. Chi è già in possesso degli AirPods, infatti, potrà comunque acquistare, a parte, il case di nuova generazione.

Share This

Huawei accusata di rubare i segreti commerciali di Apple

Non è un buon periodo per Huawei che, dopo i problemi con gli USA, si trova ad a dover affrontare anche questa accusa. Secondo un rapporto pubblicato ieri da “The Information”, sembrerebbe infatti che l’azienda cinese usi delle tattiche “dubbie” per provare a decodificare la tecnologia di Apple e di altri concorrenti nel mercato dell’elettronica. Secondo The Information, che ha citato fonti anonime, Huawei avrebbe contattato fornitori e dipendenti della catena di montaggio Foxconn, per informazioni sulle parti utilizzate nei prodotti Apple, dai monitor della frequenza cardiaca Apple Watch ai cavi dei connettori nel MacBook Pro. Secondo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, Huawei avrebbe un vero e proprio programma che premia i dipendenti per il furto di informazioni, con bonus che aumentano in base al valore confidenziale delle informazioni raccolte. Mentre il furto di segreti commerciali non è una novità tra le aziende tecnologiche, le nuove accuse contro Huawei rappresentano “un sistema più sfacciato ed elaborato di ricerca di informazioni segrete”, riporta The Information.

Share This

Presto, nessuno potrà aggiungerti ad un gruppo WhatsApp senza la tua autorizzazione

A chi non è capitato di esser stato aggiunto all’ennesimo gruppo su WhatsApp? Ogni scusa è buona per crearne uno e ci poi ci si ritrova sommersi da valanghe di messaggi. Ma niente paura, presto sarai in grado di rifiutare fastidiosi inviti ai gruppi. Come? Con il prossimo aggiornamento, infatti, potrai gestire le impostazioni relative alle chat di gruppo grazie alla funzione “Invito di gruppo” che consentirà agli utenti di controllare chi è autorizzato ad aggiungerti ai gruppi. L’aggiornamento è stato segnalato da WABetaInfo martedì, ma al momento è disponibile solo per i beta tester. Quando la funzione verrà implementata, ti basterà accederai a Impostazioni> Account> Privacy e facendo tap su ‘gruppi’ potrai permettere a tutti, i miei contatti o nessuno di aggiungerti ai gruppi. In quest’ultimo caso, dovrai approvare o rifiutare ogni volta che verrai aggiunto ad una chat di gruppo e tali richieste avranno un periodo di scadenza di 72 ore.

 

Share This

Apple ammette di rallentare i vecchi iPhone

Apple è stata costretta a pubblicare, sulla propria homepage italiana, una “dichiarazione rettificativa” in merito alla causa persa alla fine del 2018, dove l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), aveva dichiarato Apple e Samsung colpevoli di “obsolescenza programmata”. Apple era stata infatti accusata di non aver fornito informazioni adeguate sull’impatto dell’aggiornamento iOS 10.2.1, il quale ha introdotto il famigerato rallentamento delle prestazioni degli iPhone con batterie chimicamente esaurite o non funzionanti. Per trovare l’avviso, dovrai scorrere la homepage del sito italiano fino alla parte inferiore. Non è stato, invece, ancora pubblicato un commento ufficiale in merito alla questione.

 

Share This

Apple rilascia la seconda beta iOS 12.2

Ricordi quando avevamo parlato dei problemi causati da iOS 12.1.3? Bene, ieri Apple ha rilasciato una nuova versione beta di iOS 12.2 al fine di risolvere i vari bug ed aggiungere alcune novità. Per il momento, questa versione è destinata agli iscritti al programma di testing ma segna il primo cambiamento di software della prima metà del 2019. Tra i vari bug che verranno risolti vi è, senza dubbio, quello relativo alla privacy FaceTime ed alla percentuale della batteria. Se, invece, possiedi un iPhone X, XS, XS Max o XR, avrai 4 nuove Animojis (squalo, gufo, giraffa e cinghiale) che funzioneranno anche durante le chiamate FaceTime. Aspettiamo quindi il rilascio, per tutti, di iOS 12.1.4. anche per vedere se queste indiscrezioni arrivate da 9to5mac siano, come sempre, veritiere.

 

Share This

L’aggiornamento di iOS 12.1.3 causa il bug “nessun servizio”

L’ultimo aggiornamento iOS di Apple, rilasciato la scorsa settimana, sta influendo sulla connettività impedendo a numerosi utenti di connettersi alle proprie reti mobili. Marius Nestor di Softpedia ha riferito di aver riscontrato questo problema e di non essere riuscito a risolverlo nemmeno abilitando e disabilitando, più volte, la modalità aereo. Dopo di lui, numerosi utenti hanno riscontrato questo problema che è stato risolto solo dopo aver riavviato il device almeno due volte. Ma non finisce qui. Sembra infatti che vi siano anche problemi ad agganciarsi alle reti WiFi. Per evitare questi noiosi problemi, pertanto, vi consigliamo di non eseguire l’aggiornamento a iOS 12.1.3 finché il bug non verrà risolto e rilasciata una nuova versione.

 

Share This

In arrivo autenticazione con Face ID e Touch ID

È ufficiale, nessuno spione potrà più leggere i tuo messaggi! WhatsApp, infatti, sta integrando entrambe le funzioni di autenticazione (Face ID e Touch ID) al fine di proteggere l’app, e tutto il suo contenuto, da accessi non autorizzati. La conferma, avuta grazie a WABetaInfo, è arrivata mesi dopo i vari rumors circa la possibilità che gli sviluppatori stessero lavorando per portare il Face ID e Touch ID su WhatsApp sia per Android che per iOS. Ovviamente ci vorrà un po’ di tempo prima che l’azienda si assicuri che tale funzionalità sia stabile prima e possa essere abilitata per tutti gli utenti di WhatsApp. Il meccanismo di autenticazione delle impronte digitali aggiungerà quindi un ulteriore livello di sicurezza poiché gli utenti di WhatsApp dovranno autenticarsi ogni volta che apriranno l’app. La nuova autenticazione, inoltre, proteggerà l’intera app, e non sarà possibile utilizzarla per bloccare conversazioni specifiche. È solo questione di tempo, speriamo l’aggiornamento arrivi presto!

 

  

Share This

Sony, a sorpresa, rilascia Lemmings per iOS e Android

Se sei cresciuto negli anni ’90, Lemmings ha sicuramente fatto parte della tua infanzia e avrai passato ore davanti a questo gioco. Se invece sei più giovane (beato te), avrai la possibilità di scoprire un divertente gioco da scaricare per le vacanze di Natale. Sony ha infatti annunciato sul proprio blog, a sorpresa, che Lemmings è ora disponibile gratuitamente sia per iOS che Android, anche se bisogna fare attenzione in quanto vi sono acquisti in-app che possono essere piuttosto costosi…ma questo non ti impedirà di divertirti a costo zero! Il gioco presenta ovviamente degli ammodernamenti (es. le immagini sono molto nitide e ricordano i più recenti giochi Rayman di Ubisoft) ma il concetto di base del gioco è sempre lo stesso: dovrai salvare gli adorabili Lemmings guidandoli attraverso livelli pieni di trappole e altri pericoli. Metti i tuoi Lemmings al lavoro per trasformare ogni pianeta da un ambiente ostile a un mondo fantastico in cui i Lemmings potranno rilassarsi e far festa. Se stavi cercando un passatempo tra un pranzo ed un cenone, l’hai appena trovato!

Scarica l’app:

iOS – App Store

Android – Google Play  

Share This

PES 2019 Mobile, ora disponibile GRATIS per iOS e Android

PES 2019 Mobile è ufficialmente disponibile per tutti gli smartphone. Konami, infatti, ha recentemente aggiornato PES 2018 mobile, trasformandolo in PES 2019 mobile. Il nuovo gioco, che con Unreal Engine 4 offrirà un’esperienza di gioco sorprendente grazie alla grafica di elevata qualità, ha apportato tantissime migliorie e novità rispetto alle edizioni precedenti. Tra le modalità di gioco disponibili vi sono i “Local Match” nei quali potrai sfidare i tuoi amici e le partite multiplayer online, dove invece potrai sfidare giocatori da tutto il mondo. Per quanto riguarda i campionati, ve ne sono 12 nuovi come, ad esempio, quello russo, scozzese e turco. Sono stati inoltre aggiunti nuovi campionati sudamericani (es. Argentina e Cile), così come i campionati thailandesi e cinesi e la J. League giapponese. Sei un fan di questo gioco? Beh, hai appena trovato il tuo passatempo tra le festività natalizie!

Ecco i link diretti agli store, dove potrai scaricare l’app:

iOS – AppStore

Android – Google Play

 

Share This