Tag Archives: Google

Google sta per rimuovere app con accesso ad SMS e chiamate

Il gigante della tecnologia americana ha recentemente annunciato il Project Strobe, un’iniziativa volta a limitare l’accesso ai dati degli utenti. Il team di Android, pertanto, sta rimuovendo ufficialmente le app che richiedono l’accesso ad SMS o registro chiamate, al fine di garantire che i dati sensibili e le autorizzazioni siano adeguatamente protetti. Mantenere i dati degli utenti al sicuro è fondamentale per il successo di Android. Considerati i vari malware annidati e scoperti da poco nel PlayStore, questa nuova politica farà sentire le persone meno diffidenti nei confronti di Android. L’obiettivo, infatti, è che gli utenti comprendano e concordino che determinati dati sono necessari per il corretto funzionamento di alcune app come Cerberus, ACR Call Recorder e Tasker ecc, per le quali nei prossimi mesi potresti di nuovo dover prestare il consenso al trattamento dei dati. Sembra noioso ma, questa volta, il team di sviluppo di Android sembra fare del suo meglio per proteggere i dati degli utenti.

Share This

Google t’invita ad iniziare il 2019 in salute con una sfida di 30 giorni

Hai già pensato ai buoni propositi per il nuovo anno? se sei alla ricerca di un’ispirazione, Google ha deciso di aiutarti a concentrati di più sulla tua salute con l’app Google Fit e la sua campagna #GetFitWithGoogle. Si tratta di una sfida di 30 giorni, che partirà il 1 ° gennaio, in cui dovrai accumulare gli “Heart Points” svolgendo tutti i giorni l’attività richiesta dall’app (la quale ti offrirà un grande incoraggiamento). Ad esempio, con 30 minuti in bicicletta accumulerai 30 “punti cuore” e così via. L’American Heart Association (AHA) e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) raccomandano di raggiungere 150 Heart Points ogni settimana. Pertanto, la sfida di Google cercherà di raggiungere due risultati: far sì che le persone si esercitino di più ed aumentare il numero di persone che utilizzano Google Fit. Google ha anche collaborato con 36 influencer, provenienti da 9 Paesi, per mostrare come ottengono i punti. Inoltre, puoi utilizzare l’hashtag #GetFitWithGoogle su Instagram e YouTube per vedere in che modo gli altri si preparano alla sfida e sentire i loro suggerimenti. E tu, parteciperai?

Share This

Google Lens arriva anche su iOS

Di cosa stiamo parlando? Per chi non lo conoscesse, Google Lens, presentato durante la conferenza I/O nel 2017, è uno strumento di identificazione visuale che fornisce informazioni mediante l’analisi visiva degli oggetti inquadrati con la fotocamera di uno smartphone. La novità è che Google sta finalmente portando questa funzionalità nell’app Google per iOS, offrendo agli utenti di iPhone un nuovo modo di effettuare ricerche sul Web su dispositivi mobili. Per farlo, basta premere l’icona a sinistra del microfono nella barra di ricerca dell’app di Google, a quel punto si aprirà la fotocamera del telefono e Google tenterà di identificare qualsiasi cosa tu stia inquadrando (una pianta, un animale, o solo del testo che vuoi copiare e incollare altrove). La nuova app ha iniziato il suo graduale lancio all’inizio di questa settimana, ma al momento non sembra disponibile ovunque: come il solito, il rilascio in Italia avverrà in seguito. Aspettiamo ansiosi!

Share This

Google Assistant, ottimizzato per la navigazione, sta arrivando su Google Maps

Secondo quando riportato da 9to5google.com, Google sta cominciando a distribuire Google Assistant (ottimizzato per Android) all’interno di Google Maps, al fine rendere più facile e sicura la navigazione mentre si è alla guida. Per attivarlo, sarà sufficiente dire “OK Google” e l’Assistant apparirà sulla barra inferiore del display di Maps e, una volta ricevute le indicazioni, traccerà una freccia fino ad punto di destinazione. Inoltre, sarà possibile inviare SMS, riprodurre musica, effettuare telefonate ed il tutto senza uscire dall’interfaccia di navigazione di Maps. Come sempre, la distribuzione della release 10.4.1 avverrà un po’ per volta e ancora non sappiamo quali criteri verranno applicati. Hai già ricevuto questa nuova funzionalità? facci sapere!

 

 (foto di 9to5google.com)
Share This

Google Maps, ormai un vero e proprio social network!

Google Maps ha più di un miliardo di utenti (molto di più di ogni social network esistente) e sta così diventando uno strumento prezioso sia per il marketing che per la vita quotidiana di ognuno di noi. Di recente, infatti, sono state annunciate nuove funzionalità che diventeranno presto indispensabili. La prima di queste è la possibilità di chattare con le aziende commerciali direttamente da Google Maps: la funzione apparirà con un nuovo pulsante “messaggi”, che verrà esteso gradualmente a tutti gli utenti di OS e Android. I clienti potranno utilizzare la funzione di messaggistica per ordinare prodotti, porre domande e ricevere offerte, informazioni su eventi e promozioni. L’aggiornamento è, come al solito, disponibile negli Stati Uniti ma Google ha annunciato che sarà presto disponibile per il resto del mondo. Ma non finisce qui. Google sta infatti lavorando per inserire nell’app la segnalazione degli autovelox, consentendo anche di calcolare il percorso per evitarli.

 

Share This

Google Play apre le votazioni per Fan App preferita del 2018

Con la fine dell’anno quasi alle porte, a casa Google è tempo di bilanci e valutazioni. La cosa non esula lo stesso Play Store che è oggetto di valutazione proprio in queste ore: Google, infatti, consegnerà i premi “Best of 2018”, permettendoti di votare anche la migliore app e gioco Android presente sul Google Play. Le app “in nomination” sono state scelte da dipendenti Google in tutto il mondo e, tra i fattori determinanti per poter essere selezionati, vi era: avere un determinato numero di stelle, recensioni recenti e almeno un aggiornamento importante da aprile 2017. Le votazioni sono aperte dal 12 novembre e, per tre settimane (fino a lunedì 3 dicembre), potrai scegliere tra tantissime app, giochi e film e dira la tua con il tuo voto. Chiunque può partecipare alle votazioni, basta accedere all’ Play Store con il proprio account Google. Quali delle app e dei giochi di tendenza di quest’anno sono state le tue preferite? Vogliamo saperlo!

 

Share This

Il Play Store regala 2€ da spendere in app

Se le app di AppGratuita non ti bastano, puoi sperare di aver ricevuto il bonus di Google. Ebbene sì, sappiamo che non si tratta di una cifra da capogiro ma il Play Store, un po’ a sorpresa, sta regalando del credito ad alcuni utenti Android. Secondo le segnalazioni, infatti, tale bonus ammonta a 2€ che possono essere spesi sia per l’acquisto di app (utility, giochi…ecc) sul Play Store sia per gli acquisti in app, sempre che il prezzo di tali acquisti non superi i 2€. Come abbiamo detto, non tutti gli utenti stanno ricevendo tale bonus e, al momento, non si conosce bene il criterio alla base di tale scelta (potrebbe essere lo storico degli acquisti). Come fare a vedere se sei tra gli utenti fortunati? Ti basterà andare sul Play Store e fare tap nella sezione “le mie notifiche” e, se sei tra gli utenti selezionati, dovresti aver ricevuto notifica come quella in foto. Il bonus può essere utilizzato entro 3 settimane dalla sua ricezione. Hai ricevuto il bonus? facci sapere!

Share This

Android, i produttori dovranno pagare Google. Prezzi degli smartphone in crescita

In seguito alla maxi multa di luglio per abuso di posizione dominante, Google ha deciso di far pagare una quota ai produttori di smartphone europei per la pre installazione delle proprie app. Come si legge nel post del blog ufficiale, Big G ha comunicato che a partire dal 29 ottobre Android sarà ancora gratuito ed opensource ma, i produttori per i device commercializzati all’interno dell’Area Economica Europea, dovranno pagare delle vere e proprie licenze. Questo significa che i produttori avranno tre tipi di “pacchetti” tra cui scegliere, con prezzi differenti, a seconda delle app e servizi che vogliono includere. Cosa comporterà tutto questo? Poiché gli utenti sono ormai abituati ad usare app come Gmail, YouTube o Maps, i produttori preferiranno pagare la licenza (fino ad ora gratuita). Ovviamente tutto ciò avranno un forte impatto sul consumatore finale, il quale vedrà crescere ancora di più i prezzi di smartphone e tablet.

 

 

Share This

Presentati Pixel 3 e 3 XL, i telefoni Google più costosi di sempre

Come avevamo annunciato ieri, Pixel 3 e Pixel 3 XL sono finalmente arrivati e non c’è molto di cui essere sorpresi. Per quanto riguarda l’aspetto, infatti, tutti i rumors si sono rivelati veritieri. Pertanto, quali sono le novità hardware? Prima di tutto, la fotocamera: singola sul retro e doppia nella parte anteriore, che consente di scattare foto grandangolari (ottima quindi per dei selfie a prova di Instagram!). Sono davvero tante le funzioni della nuova fotocamera, tutte da scoprire, tra cui “scatto migliore” in cui l’intelligenza artificiale sceglierà, tra una serie di scatti, l’immagine venuta meglio. Il sistema operativo è Android 9 Pie con la sua suite di strumenti “Benessere Digitale” per cercare di fare un uso più sano dello smartphone. Entrambi i device, inoltre, supportano la ricarica wireless e sono resistenti ad acqua e polvere. I nuovi smartphone possono essere preordinati già da adesso ma sarà possibile acquistarli solo dal 2 novembre. I prezzi? Pixel 3 costa 899€ nella versione da 64GB e 999€ nella variante da 128GB. Pixel 3 XL, invece 999€ da 64GB e 1099€ da 128GB.

 

 

 

Share This

Grande evento-presentazione Google oggi pomeriggio

 

Google ha annunciato un grande evento che avrà luogo oggi pomeriggio, contemporaneamente, a New York, Londra e Parigi. Anche se Google avrebbe voluto lasciare un velo di mistero sui device da presentare, grazie a varie indiscrezioni sappiamo benissimo cosa aspettarci. Cosa? La presentazione di Pixel 3 e Pixel XL! Ma non finisce qui. Verrà, infatti, presentato anche un nuovo Chromecast, i nuovi Pixelbook (ovvero un laptop che ribaltandosi diventa un tablet) ed il primo smart display firmato Google Home. Quindi sì, è vero che molto degli eventi di domani è stato spoilerato, con tanto di foto, ma non è mai detta l’ultima. Potrete seguire la diretta streaming su YouTube alle 17:00 ore italiane. Se invece siete impegnati e non potete seguire live l’evento, non vi preoccupate, domani vi faremo una descrizione dettagliata su tutte le novità presentate!

 

(foto di 9to5google)

 

Share This