Tag Archives: gmail

Android, i produttori dovranno pagare Google. Prezzi degli smartphone in crescita

In seguito alla maxi multa di luglio per abuso di posizione dominante, Google ha deciso di far pagare una quota ai produttori di smartphone europei per la pre installazione delle proprie app. Come si legge nel post del blog ufficiale, Big G ha comunicato che a partire dal 29 ottobre Android sarà ancora gratuito ed opensource ma, i produttori per i device commercializzati all’interno dell’Area Economica Europea, dovranno pagare delle vere e proprie licenze. Questo significa che i produttori avranno tre tipi di “pacchetti” tra cui scegliere, con prezzi differenti, a seconda delle app e servizi che vogliono includere. Cosa comporterà tutto questo? Poiché gli utenti sono ormai abituati ad usare app come Gmail, YouTube o Maps, i produttori preferiranno pagare la licenza (fino ad ora gratuita). Ovviamente tutto ciò avranno un forte impatto sul consumatore finale, il quale vedrà crescere ancora di più i prezzi di smartphone e tablet.

 

 

Share This

App Gmail: ora puoi disattivare la visualizzazione della conversazione

Ci siamo passati tutti. Stai cercando un messaggio importante nell’app Gmail e, una volta trovato, devi scartabellare l’intera conversazione per trovare l’unica e-mail che conteneva quell’informazione importante. Google ha, così, offerto l’opzione di disattivare la sua “visualizzazione conversazione” nella versione completa web di Gmail e, a partire da oggi, sarai in grado di disattivarla anche nelle versioni per dispositivi mobili dell’applicazione su iOS e Android. Big G afferma che, se hai già attivato l’opzione sulla versione desktop dell’app, l’impostazione dovrebbe essere visualizzata anche nell’app Gmail. Quando l’opzione in questione è stata lanciata come predefinita e unica, alcune persone non hanno gradito e Google ha così consentito rapidamente agli utenti di disattivarla. Quindi se vuoi che Gmail ti mostri semplicemente tutte le email non appena arrivano, senza raggrupparle per “renderle più facili da digerire e seguire”, sei libero di farlo!

 

 

Share This

Gmail per Android ora ti consente di personalizzare le azioni di scorrimento

Google, nelle ultime settimane, ha rilasciato diversi aggiornamenti per Gmail e, finalmente, è arrivato anche il turno dell’aggiornamento Android. L’aggiornamento alla v8.5.20, infatti, aggiunge un trucco pratico che pensiamo che molti di voi apprezzeranno: vi è la possibilità di personalizzare le azioni di swipe di una mail verso destra o sinistra. In precedenza, se si faceva swipe ad una mail in entrata, questa veniva archiviata, a prescindere dalla direzione verso la quale la si faceva scorrere. Adesso però, potendo impostare la gestualità di scorrimento, puoi davvero decidere che fine far fare alle tue email ed aiutarti nella loro organizzazione. Nella v8.5.20 di Gmail sarà necessario andare su Impostazioni -> Impostazioni generali -> Azioni di scorrimento e personalizzare l’azione per lo swipe sinistro e destro per archiviare, eliminare, contrassegnare come letto o non letto, spostare o posticipare un’email. Sfortunatamente, l’opzione di personalizzazione non è ancora disponibile su iOS, ma è probabile che arriverà abbastanza presto.

Share This

Moltissimi utenti Gmail hanno ricevuto messaggi spam da se stessi

Riesci ad immaginare la tua espressione se vedessi che, dal tuo indirizzo di posta elettronica, sono state inviate email senza che tu lo sapessi?

Gmail è solitamente impeccabile a filtrare i messaggi indesiderati di spam ma, secondo Mashable, diversi utenti nelle ultime hanno segnalato che le loro caselle di posta sono state inondate da messaggi pubblicitari e spam inviati apparentemente dal proprio account.

Ma come è potuto succedere? Gli spammer utilizzavano intestazioni di e-mail contraffatte per farle apparire come se provenissero dagli stessi utenti ed inviate tramite una società di telecomunicazioni canadese chiamata Telus, al fine di ottenere che i messaggi superassero i filtri antispam. Indìfatti, dato che i messaggi sembravano provenire dallo stesso utente, Gmail ha archiviato il messaggio nella cartella di posta inviata.

Diversi utenti hanno così consultato il forum di assistenza di Gmail per segnalare il problema. Molti di loro si sono lamentati del fatto che le e-mail di spam continuavano a partire dal proprio account anche dopo aver modificato la password.

Un portavoce di Google ha comunicato a Mashable che “quest’onda di spam” ha colpito solo un piccolo gruppo di utenti che sono state già prese delle misure per correre ai ripari. Anche Telus ha voluto sottolineare di non essere assolutamente coinvolta con quanto accaduto, tanto che le mail sembrano non esser state inviate dai propri server, ma stanno comunque lavorando con i tecnici per cercare di risolvere il problema.

(Photo credit The Indian Express)
Share This

In arrivo le email autodistruggenti nella nuova versione di Gmail

Da un paio di giorni, sappiamo che Google sta lavorando a un nuovo design per la versione web di Gmail ma si conosce ancora poco in merito alle nuove funzionalità. Una fra tutte ha attirato la nostra attenzione: presto sarai in grado di inviare e-mail con scadenza. Proprio così, potrai inviare delle e-mail che dopo un certo lasso di tempo non diventeranno più leggibili al destinatario. Nella schermata di composizione, infatti, c’è una piccola icona di blocco chiamata “modalità confidenziale” e sarà possibile configurare la data di scadenza in modo che l’e-mail scompaia dopo 1 settimana, 1 mese, più anni, ecc. Sarà, inoltre, possibile chiedere al destinatario di confermare la propria identità con un passcode inviato tramite messaggio di testo.Il destinatario, riceverà un link mediante il quale potrà visualizzare l’e-mail riservata ed accedere nuovamente al proprio account Google per visualizzare il contenuto. Durante la visualizzazione del messaggio confidenziale, le funzioni di copia, incolla e la funzione di stampa saranno disabilitate ma ciò, non impedirà di poter comunque scattare uno screenshot dell’email.
Da ciò ne deriva il dubbio se, tale funzionalità,
 sarà disponibile anche per gli utenti “non Gmail”, così come non è chiaro se l’integrazione funzionerà meglio in futuro quando tutti useranno il nuovo Gmail.

Google ha affermato che la nuova versione di Gmail uscirà tra poche settimane e le e-mail riservate potrebbero essere rilasciate contemporaneamente o in un secondo momento. Staremo a vedere!

Share This