Tag Archives: bug

È stato rilasciato iOS 12.0.1: novità, risoluzione bug e 70 nuove emoji

Nella giornata di ieri è stato rilasciato il primo aggiornamento di iOS 12 per correggere dei bug ed introdurre qualche piccola novità. L’aggiornamento, infatti, ha aggiunto oltre 70 nuove emoji, che includono: capelli rossi, capelli grigi, capelli ricci, viso infreddolito, faccia da festa, viso con cuori, mango, canguro, pavone, aragosta, cupcake e molte altre. Inoltre, è stato introdotto il supporto per l’eSIM, che è una SIM digitale che ti consente di attivare un piano cellulare da un gestore telefonico senza la necessità di utilizzare una scheda SIM fisica. Per quanto riguarda le correzioni dei bug, iOS 12.0.1 risolve il problema di ricarica, di cui avevamo già parlato (il cavo Lightning non ricaricava il dispositivo mentre lo schermo è spento) e corregge, inoltre, un bug che ha causato agli iPhone XS e XS Max un rallentamento della velocità WiFi. Vale la pena fare l’aggiornamento? Se il tuo dispositivo era stato “colpito” da uno di questi bug, ovviamente sì. In caso contrario, invece, suggeriamo di aspettare almeno una settimana ed aspettare che gli altri testino l’aggiornamento.

 

 

Share This

Alcuni iPhone Xs e Xs Max presentano problemi di ricarica

Non c’è dubbio, il design dei nuovi iPhone è molto bello ma, in queste ore, è stato segnalato un bug che potrebbe farvi svegliare al mattino con il dispositivo più scarico della sera prima. Decine di utenti, infatti, hanno segnalato problemi di ricarica con i dispositivi iPhone XS e XS Max e hanno condiviso le proprie esperienze sia sui forum MacRumors che sui forum di supporto Apple. In particolare, i dispositivi sembrano non ricaricarsi se il cavo Lightning viene collegato mentre l’iPhone è in stand-by. Tale problema, però, sembra essere un bug del software – forse correlato alle impostazioni degli accessori USB del telefono – e richiede che gli iPhone siano sbloccati (o almeno che lo schermo sia acceso) per iniziare a caricare. Il vlogger di Tech Lewis Hilsenteger ha illustrato i problemi su nove diversi dispositivi iPhone X, XS e XS Max sul suo canale YouTube “Unbox Therapy”. Gli utenti che hanno riscontrato problemi hanno così escogitato soluzioni alternative, compreso l’aggiornamento a iOS 12.1 beta che, a quanto pare, dovrebbe eliminare il problema.

Share This

Facebook, un bug ha reso pubblici i post di 14 milioni di persone

La notizia di oggi, questa volta, ci riguarda da vicino: proprio ieri, infatti, alcuni membri del nostro staff hanno ricevuto una notifica su Facebook, dove venivano avvisati che a causa di un problema tecnico avvenuto tra il 18 ed il 27 maggio, Facebook ha erroneamente impostato, in maniera automatica, la privacy dei post in modalità pubblica. Nel messaggio di scuse, come puoi vedere dall’immagine, veniva suggerito di controllare i propri post, seguendo il link che rimanda all’elenco dei post potenzialmente “incriminati”. Facebook ha dichiarato a TechCrunch che il bug si è verificato mentre stavano testando una nuova funzionalità, l’opzione “elementi in primo piano”, la quale permetterà di evidenziare alcuni post sulla tua bacheca rendendoli pubblici ma, per errore, il Network di Mark Zuckerberg ha esteso questa impostazione a tutti i post. L’incidente, che ha riguardato circa 14 milioni di utenti, è però un buon promemoria per verificare chi può vedere i tuoi post di Facebook. Per farlo ti basterà andare su Impostazioni, poi su Privacy e decidere chi potrà vedere i tuoi futuri post.

Share This

WhatsApp e Messenger: un nuovo messaggio blocca lo smartphone

Dopo il famoso caso del carattere indiano che bloccava gli smartphone Apple, è arrivato un nuovo bug in grado di mandare in blocco tutti gli smartphone Android. In questo caso si tratta di un messaggio, che potrete ricevere via Whatsapp o Facebook Messenger, che contiene ben 1996 caratteri tutti collocati in un puntino nero con una scritta di fianco (vedi immagine sotto). Se infatti proverai a pigiare sul puntino, come il messaggio ti chiede di fare, il sistema proverà ad identificare i caratteri e renderizzarli contemporaneamente, portando il dispositivo a bloccarsi per una manciata di secondi. La situazione, pertanto, è meno grave rispetto al bug di casa Apple ma il blocco può essere comunque fastidioso. Quindi, se dovessi ricevere il messaggio incriminato, ti consigliamo di non toccarlo!

 

Share This

Twitter consiglia a tutti i suoi utenti di cambiare subito password

(Photo by Jaap Arriens/NurPhoto via Getty Images)

 

Twitter sta sollecitando tutti i suoi 330 milioni di utenti a cambiare immediatamente le loro password dopo che un bug le ha esposte in chiaro. Mentre un’indagine di Twitter ha dimostrato che – apparentemente – non ci sono prove di violazioni o abusi, la società raccomanda agli utenti di cambiare la password e non solo sul sito stesso, ma anche app di terze parti come Twitterrific e TweetDeck.

Secondo Twitter, il bug si è verificato a causa di un problema nel processo di hashing che maschera le password sostituendole con una stringa casuale di caratteri che viene memorizzata nel sistema di Twitter. A causa di un errore nel sistema, però, le password venivano salvate in un normale formato di testo in un registro interno, invece di “mascherarle” con il processo di hashing.

Twitter afferma di aver scoperto il bug in maniera autonoma, di aver rimosso le password e di stare lavorando affinché problemi simili non possano più ripetersi.

Twitter, inoltre, non ha rivelato quante password potrebbero essere state potenzialmente compromesse o da quanto tempo il bug stava rivelando tali password ma, il fatto che l’azienda spinga tutti i suoi utenti a cambiare le loro password, indica che potrebbero essere coinvolte un elevato numero di dati password.

 

La tua password, quindi, potrebbe non essere stata coinvolta ma, nel dubbio, ti consigliamo di cambiarla immediatamente.

Share This

Bug iOS: Siri legge a chiunque il testo dei messaggi notificati

È da poco stato scoperto un nuovo bug su iOS che consente a Siri di leggere le notifiche nascoste dei messaggi presenti nella lock screen. Attualmente, su iPhone è possibile nascondere il contenuto dei messaggi che vengono notificati ad iPhone bloccato, in modo tale da poterli leggere soltanto quando il device viene sbloccato. Ora, però, un bug di iOS permette a chiunque di leggere il contenuto di questi messaggi, semplicemente sfruttando Siri: basta chiederle “leggimi le notifiche” e Siri leggerà i messaggi anche senza bisogno di sbloccare il telefono. L’unica eccezione riguarda l’app Messaggi di Apple (in questo caso Siri leggerà il testo solo se il telefono è sbloccato), mentre per le notifiche dei messaggi WhatsApp, Telegram o Skype, chiunque potrà accedere al contenuto del messaggio. Apple non ha ancora indicato quando sarà disponibile una soluzione, ma si ipotizza verrà inclusa già in iOS 11.3.

A questo punto, cosa puoi fare per impedire a Siri di violare la tua privacy?

Niente panico, se vuoi restare l’unico ad avere accesso al contenuto dei tuoi messaggi, hai due strade:

Disattivare le notifiche per WhatsApp, Telegram o Skype, in Impostazioni > Notifiche;

Disabilitare del tutto Siri a iPhone bloccato in Impostazioni > Siri & Cerca > Consenti Siri quando bloccato.

 


 

Share This