Tag Archives: apps

Trovato nuovo adware in 200 app del Google Play

I ricercatori della società di sicurezza Check Point hanno recentemente scoperto un nuovo adware annidato sul Google Play Store, in particolare su alcune app Android scaricate quasi 150 milioni di volte in tutto il mondo. Ad oggi, si stima che più di 200 app sul Play Store siano state infettate e si tratta principalmente di giochi di simulazione, tanto che il team di ricerca ha soprannominato l’adware “SimBad”. Tali app sono state prontamente rimosse dal Play Store ma, come funzionava questo adware? Sostanzialmente, lanciava degli annunci in background, apriva pagine sia del browser che del Play Store che rimandavano ad un determinato URL. I ricercatori, però, ritengono che gli sviluppatori di app fossero ingannati dal malware che si proponeva come una piattaforma di pubblicazione di annunci legittima. Ma va notato che la rimozione dall’app store non elimina l’app dai dispositivi delle vittime.

Share This

Samsung sta pensando ad altri due telefoni pieghevoli

Secondo un rapporto di Bloomberg, Samsung sarebbe già all’opera nella progettazione di altri due smartphone pieghevoli, con un design significativamente diverso rispetto al Galaxy Fold. Difatti, mentre quest’ultimo ha uno schermo interno (di dimensioni pari ad un tablet) che si apre come un libro, uno dei nuovi telefoni avrà un grande schermo che si avvolge all’esterno del dispositivo (un po’ come il Huawei Mate X), mentre l’altro si dice sarà sviluppato in verticale (telefono a conchiglia) con un display esterno più piccolo. Per il pieghevole a “forma di conchiglia” è addirittura previsto il lancio sul mercato tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020, mentre l’altro uscirà successivamente anche se è già disponibile in forma di prototipo. Nel frattempo, il Galaxy Fold è pronto per il rilascio ad aprile, ma Samsung sta ancora lavorando per migliorare lo schermo ed, inoltre, sta valutando l’ipotesi di offrire ai futuri acquirenti la sostituzione gratuita del medesimo.

 

 

Share This

AirPods 2, in arrivo a fine mese?

Secondo alcune indiscrezioni in arrivo direttamente dagli States, Apple potrebbe presentare i nuovi AirPods all’evento che avrà luogo il 25 marzo presso lo Steve Jobs Theatre di Cupertino. È vero che questo evento sarà focalizzato più sui servizi che sull’hardware, ma non è detto che non venga presentato almeno un prodotto nuovo, gli AirPods 2 per l’appunto. Si vocifera, infatti, che già dal 28/29 marzo i nuovi auricolari potrebbero essere disponibili negli store. Tuttavia, se si considera il fatto che potrebbe esser presentato il nuovo caricabatterie wireless (AirPower), piuttosto che il lancio dei nuovi AirPods, potremmo trovarci davanti ad un miglioramento della versione attuale grazie alla ricarica senza fili. Chi è già in possesso degli AirPods, infatti, potrà comunque acquistare, a parte, il case di nuova generazione.

Share This

Oggi è il #NoPhoneDay, tutti senza smartphone!

Oggi, sabato 2 marzo, spegni lo smartphone e dedica la giornata a te stesso, è la OnePlus che te lo chiede! Sembra strano ma è proprio così, l’azienda cinese produttrice di smartphone, sta lanciando in Europa una giornata di riflessione su l’utilizzo responsabile dei nostri smartphone. Questa giornata, conosciuta nel resto del mondo come il “National Day of Unplugging” e diffusa mediante l’uso dell’hashtag #nophoneday, è proprio uno spunto di riflessione per ricordarci che gli smartphone stanno diventando sempre più potenti e fanno sempre più parte della nostra vita. Li usiamo per proprio tutto e ne siamo completamente assorbiti, tanto da non renderci conto di cosa ci succede intorno. La stessa OnePlus rispetterà questo “blackout” non aggiornando nemmeno i propri canali social. Si tratta sicuramente di una bella sfida ma difficile da mettere in pratica. Tu, ci riusciresti?

 
Share This

Presto, nessuno potrà aggiungerti ad un gruppo WhatsApp senza la tua autorizzazione

A chi non è capitato di esser stato aggiunto all’ennesimo gruppo su WhatsApp? Ogni scusa è buona per crearne uno e ci poi ci si ritrova sommersi da valanghe di messaggi. Ma niente paura, presto sarai in grado di rifiutare fastidiosi inviti ai gruppi. Come? Con il prossimo aggiornamento, infatti, potrai gestire le impostazioni relative alle chat di gruppo grazie alla funzione “Invito di gruppo” che consentirà agli utenti di controllare chi è autorizzato ad aggiungerti ai gruppi. L’aggiornamento è stato segnalato da WABetaInfo martedì, ma al momento è disponibile solo per i beta tester. Quando la funzione verrà implementata, ti basterà accederai a Impostazioni> Account> Privacy e facendo tap su ‘gruppi’ potrai permettere a tutti, i miei contatti o nessuno di aggiungerti ai gruppi. In quest’ultimo caso, dovrai approvare o rifiutare ogni volta che verrai aggiunto ad una chat di gruppo e tali richieste avranno un periodo di scadenza di 72 ore.

 

Share This

Google sta per rimuovere app con accesso ad SMS e chiamate

Il gigante della tecnologia americana ha recentemente annunciato il Project Strobe, un’iniziativa volta a limitare l’accesso ai dati degli utenti. Il team di Android, pertanto, sta rimuovendo ufficialmente le app che richiedono l’accesso ad SMS o registro chiamate, al fine di garantire che i dati sensibili e le autorizzazioni siano adeguatamente protetti. Mantenere i dati degli utenti al sicuro è fondamentale per il successo di Android. Considerati i vari malware annidati e scoperti da poco nel PlayStore, questa nuova politica farà sentire le persone meno diffidenti nei confronti di Android. L’obiettivo, infatti, è che gli utenti comprendano e concordino che determinati dati sono necessari per il corretto funzionamento di alcune app come Cerberus, ACR Call Recorder e Tasker ecc, per le quali nei prossimi mesi potresti di nuovo dover prestare il consenso al trattamento dei dati. Sembra noioso ma, questa volta, il team di sviluppo di Android sembra fare del suo meglio per proteggere i dati degli utenti.

Share This

PES 2019 Mobile, ora disponibile GRATIS per iOS e Android

PES 2019 Mobile è ufficialmente disponibile per tutti gli smartphone. Konami, infatti, ha recentemente aggiornato PES 2018 mobile, trasformandolo in PES 2019 mobile. Il nuovo gioco, che con Unreal Engine 4 offrirà un’esperienza di gioco sorprendente grazie alla grafica di elevata qualità, ha apportato tantissime migliorie e novità rispetto alle edizioni precedenti. Tra le modalità di gioco disponibili vi sono i “Local Match” nei quali potrai sfidare i tuoi amici e le partite multiplayer online, dove invece potrai sfidare giocatori da tutto il mondo. Per quanto riguarda i campionati, ve ne sono 12 nuovi come, ad esempio, quello russo, scozzese e turco. Sono stati inoltre aggiunti nuovi campionati sudamericani (es. Argentina e Cile), così come i campionati thailandesi e cinesi e la J. League giapponese. Sei un fan di questo gioco? Beh, hai appena trovato il tuo passatempo tra le festività natalizie!

Ecco i link diretti agli store, dove potrai scaricare l’app:

iOS – AppStore

Android – Google Play

 

Share This

Google Play apre le votazioni per Fan App preferita del 2018

Con la fine dell’anno quasi alle porte, a casa Google è tempo di bilanci e valutazioni. La cosa non esula lo stesso Play Store che è oggetto di valutazione proprio in queste ore: Google, infatti, consegnerà i premi “Best of 2018”, permettendoti di votare anche la migliore app e gioco Android presente sul Google Play. Le app “in nomination” sono state scelte da dipendenti Google in tutto il mondo e, tra i fattori determinanti per poter essere selezionati, vi era: avere un determinato numero di stelle, recensioni recenti e almeno un aggiornamento importante da aprile 2017. Le votazioni sono aperte dal 12 novembre e, per tre settimane (fino a lunedì 3 dicembre), potrai scegliere tra tantissime app, giochi e film e dira la tua con il tuo voto. Chiunque può partecipare alle votazioni, basta accedere all’ Play Store con il proprio account Google. Quali delle app e dei giochi di tendenza di quest’anno sono state le tue preferite? Vogliamo saperlo!

 

Share This

App Store in calo. Cresce, invece, Play Store

Secondo un’analisi di AppFigures, una piattaforma di analisi e approfondimenti di app per dispositivi mobili, l’App Store ha perso il 5% delle sue app totali nel corso del 2017, passando da 2,2 milioni di app iOS pubblicate all’inizio dell’anno a 2,1 milioni a dicembre.

Nel frattempo però, Google Play ha registrato una rapida crescita nel corso dello stesso anno, con un aumento del 30% ed oltre 3,6 milioni di app pubblicate.

AppFigures ha ipotizzato che i cambiamenti avessero a che fare con una combinazione di fattori, tra cui un’applicazione più rigorosa delle linee guida di revisione di Apple, insieme a un cambiamento tecnico che richiedeva agli sviluppatori di aggiornare le loro app all’architettura a 64 bit.

Nel 2016 Apple aveva infatti promesso che avrebbe “ripulito” il suo App Store rimuovendo app obsolete e abbandonate, facendo registrare ad ottobre di quell’anno un elevato numero di app eliminate.

Poi, nel 2017, il colosso di Cupertino ha eseguito una “pulizia” delle app clone e spam, eliminando dall’App Store centinaia di migliaia di app obsolete in un periodo di 12 mesi.

Tuttavia, AppFigures ha rilevato che il calo dell’AppStore ha avuto anche un’altra causa congiunta: molti sviluppatori iOS hanno rilasciato un numero di app inferiore rispetto agli anni del boom: si parla di solo 755,00 nuove app, un calo del 29% (il più grande dal 2008).

Gli sviluppatori Android, invece, hanno rilasciato il 17% in più di app nel 2017, per un totale di 1,5 milioni di nuove app.

Ciò, però, non significa necessariamente che gli sviluppatori non abbiamo effettivamente sviluppato un numero elevato di app iOS: potrebbe, invece, significare che il team di revisione di Apple sia diventato più severo nell’applicazione linee guida relative all’approvazione e allo sviluppo delle applicazioni, mettendo al bando molte app cloni e spam che popolavano lo store.

Inoltre, molte delle app Android rilasciate durante il corso dell’anno, altro non sono che app iOS trasferite dall’App Store al Google Play

Share This