Tag Archives: Apple

Trapelano video con processi di riparazione interni di iPhone e MacBook

Undici video che approfondivano la descrizione dei processi di riparazione per iPhone X, MacBook Pro, iMac Pro (ed altro), sono trapelati su Youtube.

Caricati su un canale di proprietà dell’utente “Arman Haji” circa un mese fa (probabilmente prima mantenuti privati e poi resi pubblici nelle ultime ore), gli 11 video mostrano come il team di assistenza Apple possa effettuare riparazioni sui dispositivi.

In tutti i clip possiamo vedere un tecnico che parla alla telecamera spiegando ogni fase delle procedure di riparazione di Apple, incluso l’uso di strumenti normalmente disponibili solo per l’assistenza Apple e i fornitori di servizi autorizzati Apple.

Il colosso californiano, non ha subito risposto a una richiesta di commento ma, nel giro di poche ore, ha richiesto la cancellazione dei video e la chiusura del canale YouTube in questione.

A giudicare dalla presenza di copyright e degli strumenti utilizzati per l’assemblaggio e riparazione sembra fossero video autentici, interni e privati. Se ciò corrisponde a realtà, allora Apple ha molto di cui essere arrabbiata. La società ha, infatti, combattuto a lungo contro il diritto di terze parti, non autorizzare, a riparare i propri dispositivi.

Altri Canali Youtube, nel frattempo, hanno salvato i video e li hanno ripubblicati. Prima che venga cancellato anche questo, puoi CLICCARE QUI per vederne uno.

 

Share This

Apple è stata nuovamente accusata di violazione di brevetto

Apple è alle prese con l’ennesima battaglia legale, questa volta contro la Asahi Chemical and Solder Industries di PTE Ltd. di Singapore. La società ha intentato una causa per violazione di brevetto, in un tribunale distrettuale degli Stati Uniti in Ohio, accusando Apple di aver violato il suo brevetto di saldatura senza piombo nella produzione dei telefoni: iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 8, iPhone 8 Plus e il iPhone X. Mentre l’azienda con sede a Singapore non ha confermato la quantità di denaro che intende chiedere come risarcimento, ha però richiesto un processo con giuria (di cui Apple dovrà sostenere tutti i costi). La Asahi sostiene che Apple abbia violato un brevetto che è stato depositato dall’impresa nel 2001, il quale fa riferimento a “leghe per saldatura con proprietà fisiche e chimiche migliorate che comprendono quantità efficaci di stagno, rame, argento e bismuto”. Questa è stata la terza volta in questo mese che Apple è stata accusata di violazione di brevetto.

 

Share This

Apple lancerà  i nuovi iPhone nei colori blu, arancione e oro

Apple dovrebbe lanciare, entro la fine dell’anno, modelli più grandi di iPhone in una nuova variante di colori. 9to5Mac riferisce infatti che, l’affidabile analista Ming-Chi Kuo, prevede che l’iPhone OLED da 6,5 pollici sarà lanciato in nero, bianco e nel nuovo colore dorato. Ma non finisce qui. Il noto iPhone LED da 6,1 pollici farà il suo debutto anche nelle varianti grigio, bianco, blu, rosso e arancione. Se il rapporto è accurato, Apple introdurrà almeno quattro nuovi colori per i suoi iPhone 2018, un passaggio insolito per l’azienda. Apple, infatti, non ha mai lanciato prima d’ora una versione aracione per i suoi smartphone e 9to5Mac ha creato questp concept per darci un’amteprima. Per quanto riguarda il lancio dei nuovi iPhone, ricordiamo che il nuovo “iPhone X Plus” avrà un display OLED da 6,5 pollici e un supporto dual-SIM, mentre l’iPhone LCD da 6,1 pollici (con cornici sottili) avrà probabilmente il Face ID. Si prevede, inoltre, che Apple aggiorni il suo iPhone X da 5,8 pollici con significativi miglioramenti delle specifiche. Non ci resta che aspettare!

 

Share This

I prossimi iPhone avranno un nuovo caricatore

Si è più volte detto che gli iPhone 2018 si sarebbero ricaricati più facilmente, ora sappiamo come. Sono, infatti, trapelate alcune foto che mostrano un alimentatore con “wattaggio” più elevato ed un cavo USB Type-C che permetterebbe di raggiungere una velocità di ricarica molto simile a quella dei device Android di ultima generazione. Grazie alle immagini pubblicate su Macotakara – un blog giapponese – possiamo vedere l’adattatore con un nuovo design più ovale, così come la sua porta USB-C, diversa quindi dall’attuale USB-A. Rispetto ai tradizionali cavi USB, la porta USB-C (attualmente in uso sui portatili Apple) permette di ridurre drasticamente i tempi di ricarica. Allo stesso modo, l’adattatore da 18W permette di caricare i nuovi iPhone dallo 0 al 50% in soli 30 minuti che, rispetto all’attuale versione da 5W, è un grande passo avanti. Tutte le indiscrezioni, al momento, sembrano confermare che gli iPhone manterranno invece le porte Lightning.

 

Share This

Apple sta ricostruendo Maps da zero

Apple Maps, dopo il fisco iniziale nel 2012, ha fatto indubbiamente molta strada ma è ancora distante anni luce da Google Maps, e la stessa Apple ne è ben cosciente. In una intervista a TechCrunch, Eddy Cue (Senior Vice President della divisione Internet Software and Services di Apple) ha così rivelato i propri piani per rinnovare le mappe utilizzando i dati che hanno a disposizione. Da anni a San Francisco, infatti, si possono incontrare dei furgoni di Apple Maps (così come dei droni) che stanno contribuendo alla creazione delle nuove mappe utilizzando GPS “rinforzati”, LiDAR, matrici di telecamere e uno strumento di misurazione fisico per generare una mappa 3D in grado di categorizzare oggetti come cartelli stradali ed edifici. Tuttavia, Apple sta anche generando informazioni tramite gli iPhone che ognuno di noi ha in tasca per fornire rappresentazioni del traffico stradale e pedonale. Apple promette che questi metodi non interferiranno con la privacy e (nel caso te lo stia chiedendo) no, questo succhierà la tua batteria. Maps sarà inizialmente disponibile solo nella Bay Area di San Francisco ma non c’è dubbio che Apple prevedeva una copertura molto più ampia.

Share This

Il nuovo iPhone avrà un’illuminante sorpresa

Apple sta continuando a lavorare sulla sua fotocamera con doppio obiettivo e a studiare come migliorare la qualità delle immagini. Secondo indiscrezioni, però, Apple adesso sembra si stia concentrando su un particolare tipo di flash che può focalizzarsi su parti specifiche di una scena. Le indiscrezioni arrivano dalla descrizione dell’ultimo brevetto Apple (n. 9.992.396), depositato poche ore fa all’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti, secondo il quale il “Dual Lens Camera Focusing Lighting Module” consente di guidare la direzione del flash in un’inquadratura, d’impostare l’intensità e di modificare l’angolo del raggio (più stretto o più largo rispetto all’impostazione normale). Anche se il brevetto è stato depositato, non vi è però alcuna garanzia che tale tecnologia raggiungerà immediatamente le mani dei consumatori: Apple infatti, potrebbe decidere di lasciarla a disposizione delle app professionali di terze parti, per offrire un’esperienza più completa. Se questa tecnologia dovesse invece essere presente sui prossimi iPhone, ci aspettiamo venga utilizzata, ad esempio, per illuminare soltanto i volti.

 

Share This

Battaglia legale finita: Samsung è stata condannata a risarcire Apple

Dopo 7 lunghi anni, siamo arrivati finalmente alla fine della battaglia legale tra i colossi Apple e Samsung. La società coreana dovrà infatti risarcire Apple con ben 539 milioni di dollari per aver copiato alcune caratteristiche iPhone. Tra le features più contestate, vi è la forma rettangolare con bordi stondati dei devices e le icone su sfondo nero, oltre che il famosissimo notch dell’iPhone X. Così, il Tribunale Federale di San Jose, in California, ha concluso che Samsung sembra aver violato i brevetti di Apple in merito agli smartphones e, per tutto il settore tech e mobile, ciò potrebbe aprire le porte a nuovi contenziosi, senza esclusione di colpi. Samsung, ovviamente, non ha reagito bene ma speriamo non voglia impugnare la sentenza e porre fine a questo scontro tra titani.

 

Share This

Apple alla ricerca di 378 studenti per la sua Accademia a Napoli

Ti piacerebbe diventare uno sviluppatore e studiare in un ambiente innovativo? Bene, allora non lasciarti scappare questa possibilità. Per il terzo anno, Apple è alla ricerca di 378 studenti per la Apple Developer Academy di Napoli, nata in seguito ad una partnership tra l’Università Federico II ed il colosso di Cupertino. Il bando per poter accedere all’Accademia è stato pubblicato sul sito ufficiale e si dovrà presentare la domanda entro l’8 giugno. Anche per il prossimo anno saranno previsti due percorsi formativi: uno per diplomati (342 posti) e l’altro per laureati in informatica o giovani in possesso di un’altra laurea ma con un’esperienza lavorativa nel campo informatico di almeno 2 anni (36 posti). Ricordiamo che il corso è completamente gratuito ed è aperto a studenti provenienti da tutto il mondo.

Share This

Riuscirà Apple a spezzare la sua dipendenza da Samsung?

Gli sforzi di Apple per rompere la sua dipendenza da Samsung come produttore di display per iPhone, hanno riscontrato diversi problemi. Il Wall Street Journal riferisce infatti, che Apple stava considerando di affidarsi alla LG Display come secondo fornitore di schermi OLED, ma l’azienda teme che LG non riesca a mantenere costante la produzione, anzi, potrebbe faticare a mantenere elevati i ritmi. LG avrebbe infatti comunicato di non riuscire ad iniziare la produzione di tale schermi prima di settembre ed Apple, per non correre il rischio di non avere uno stock sufficiente di iPhone per la presentazione del nuovo device, potrebbe esser costretta ad affidarsi nuovamente a Samsung come fornitore. Cosa significa tutto ciò? La dipendenza dal suo un unico fornitore, comporta che Samsung sia a tutti gli effetti in grado di controllare il prezzo dell’iPhone, incidendo sul costo dei display che Apple sta acquistando – pari a ben 97$ a display – e al momento sembrano non esserci alternative.

 

Share This

iPlayTo: foto/video direttamente dal tuo iPhone

Grazie a iPlayTo puoi visualizzare qualsiasi foto/video dal tuo iPhone direttamente su smart Tv, Pc e Media Center. L’applicazione ha un’interfaccia facile e intuitiva basta infatti connettersi utilizzando la tecnologia DLNA / UPnP con dispositivi compatibili per trasmettere in streaming contenuti multimediali

Cosa aspetti? Scarica subito l’AppGratuita di oggi

 

Share This