Tag Archives: app

Gmail per Android ora ti consente di personalizzare le azioni di scorrimento

Google, nelle ultime settimane, ha rilasciato diversi aggiornamenti per Gmail e, finalmente, è arrivato anche il turno dell’aggiornamento Android. L’aggiornamento alla v8.5.20, infatti, aggiunge un trucco pratico che pensiamo che molti di voi apprezzeranno: vi è la possibilità di personalizzare le azioni di swipe di una mail verso destra o sinistra. In precedenza, se si faceva swipe ad una mail in entrata, questa veniva archiviata, a prescindere dalla direzione verso la quale la si faceva scorrere. Adesso però, potendo impostare la gestualità di scorrimento, puoi davvero decidere che fine far fare alle tue email ed aiutarti nella loro organizzazione. Nella v8.5.20 di Gmail sarà necessario andare su Impostazioni -> Impostazioni generali -> Azioni di scorrimento e personalizzare l’azione per lo swipe sinistro e destro per archiviare, eliminare, contrassegnare come letto o non letto, spostare o posticipare un’email. Sfortunatamente, l’opzione di personalizzazione non è ancora disponibile su iOS, ma è probabile che arriverà abbastanza presto.

Share This

La spesa per le app raggiungerà 106,4 miliardi di dollari entro la fine del 2018

Secondo un nuovo rapporto di App Annie la spesa dei consumatori negli app store globali, entro la fine del 2018, ammonterà a circa 106,4 miliardi di dollari mentre raggiungerà i 156,5 miliardi di dollari entro il 2022. Il dato del 2018, come vi avevamo già accennato in un precedente articolo, è però in calo rispetto ai 110 miliardi di dollari che l’azienda aveva stimato qualche mese fa. Gran parte della crescita continua provenire dall’Asia, dove la Cina mantiene la sua posizione di leader mondiale nel mercato delle app, rappresentando il 40% della spesa mondiale.

Il rapporto ha anche rilevato che la spesa per dispositivo da parte dei consumatori registrerà un aumento del 23%: da $ 20,94 nel 2017 a $ 25,65 nel 2022; i download di app invece aumenteranno del 45% nel 2022, raggiungendo 258,2 miliardi.

 

L’aumento dei download nel 2022 dipenderà per lo più dall’India, Indonesia e Vietnam, oltre che dalle aree rurali della Cina. Nel frattempo, i mercati più stabili e maturi come gli Stati Uniti ed il Giappone avranno dei trend stabili: secondo il report, infatti, i download rimarranno alti, con una media di 21 nuove app scaricate all’anno per dispositivo negli Stati Uniti e 15 in Giappone.

I giochi continueranno a farla da padrone, rimanendo la principale fonte di spesa dei consumatori, ma anche le altre tipologie di app guadagneranno terreno: dal 2017 al 2022, infatti la spesa per questo tipo di app aumenterà di 75 miliardi di dollari. Secondo App Annie, questa crescita sarà dovuta all’aumento del fatturato della app di appuntamenti e di streaming musica/video.

Il rapporto completo è disponibile sul sito Web di App Annie.

Share This

È arrivato il tuo turno di frequentare la Scuola di Hogwarts!

Dopo tantissima attesa, da domani, il maghetto più amato di sempre arriverà sui dispositivi iOS e Android con un nuovissimo gioco pieno di incantesimi e avventure. “Harry Potter: Hogwarts Mystery” è ambientato in un tempo molto lontano, anni prima che Harry Potter s’iscrivesse ad Hogwarts. Basti pensare, infatti, che Ninfadora Tonks e Bill Weasley erano ancora studenti! Dovrai scoprire stanze inesplorate del castello di Hogwarts, risolvere antichi misteri, imparare potenti incantesimi e nozioni dal professor Silente, Piton e molti altri. Potrai creare un avatar, personalizzarlo e farlo crescere per acquisire, giorno dopo giorno, nuove capacità e abilità, senza dimenticare di scegliere il tuo animale preferito. Ci saranno difficili decisioni da prendere che influenzeranno la storia del tuo personaggio. Che tipo di strega o mago dimostrerai di essere? Avrai il coraggio di un Grifondoro? L’audacia di un Serpeverde? Decidi tu! Da domani potrai creare la tua storia.

Share This

Netflix introduce 30 secondi di anteprima dei contenuti sull’app iOS

Netflix sta introducendo una specie di propria versione di Snapchat e Instagram in seguito all’integrazione di video di anteprima sull’app iOS (Netflix ha affermato che “arriverà presto” su Android).Tali anteprime sono molto simili alle Stories di Instagram, in quanto le miniature sono circolari ed i vari video si riproducono come una presentazione, consentendo agli utenti di scorrere o toccare per saltare al video successivo senza tornare alla schermata principale.

 

Il lancio di questa nuova funzionalità era atteso da tempo, al fine di facilitare gli utenti nella scelta del film o la serie da cominciare a seguire: “Anni di test hanno chiarito che le anteprime video aiutano i nostri utenti a perdere meno tempo nella ricerca e a scoprire nuovi contenuti più rapidamente. Con il lancio delle anteprime mobile, stiamo portando un’esperienza di navigazione video sul tuo telefono cellulare in un modo divertente e ottimizzato per i dispositivi mobili “, ha spiegato la società in un post sul blog.

 

Share This

Cleaner eXtreme Pro

Il tuo smartphone va a rilento ? Prova Cleaner eXtreme Pro

Cleaner eXtreme Pro è una delle migliori applicazioni presenti sul Playstore per ottimizzare il funzionamento del tuo smartphone Android. L’interfaccia intuitiva ti permetterà di gestire le app installate sul tuo dispositivo, cancellare la cache per guadagnare nuovo spazio di archiviazione, liberare spazio per migliorare le performance del tuo dispositivo, e tanto altro ancora, in tutta semplicità.

Cosa aspetti? Oggi grazie ad AppGratuita scarichi gratis la versione Pro !

 

Share This

iPlayTo: foto/video direttamente dal tuo iPhone

Grazie a iPlayTo puoi visualizzare qualsiasi foto/video dal tuo iPhone direttamente su smart Tv, Pc e Media Center. L’applicazione ha un’interfaccia facile e intuitiva basta infatti connettersi utilizzando la tecnologia DLNA / UPnP con dispositivi compatibili per trasmettere in streaming contenuti multimediali

Cosa aspetti? Scarica subito l’AppGratuita di oggi

 

Share This

Amazon: finalmente Introdotte le spedizioni internazionali

 

Se da tempo desideravi acquistare qualcosa dagli Stati Uniti, ma non sapevi come fare, questo nuovo servizio di Amazon ti semplificherà molto le cose. Proprio ieri, infatti, Amazon ha annunciato l’introduzione delle spedizioni internazionali, raggiungendo così più di 100 Paesi.

Il servizio è ancora limitato a una manciata di paesi – principalmente Stati Uniti, Europa occidentale, Medio Oriente, Australia e Singapore – ma la nuova funzionalità di permetterà di accedere agli store esteri di Amazon, semplicemente connettendoti dal to smartphone (app o browser).

Una volta selezionati i prodotti, l’app di Amazon calcolerà i costi di spedizione e le tasse d’importazione e tu riceverai i prodotti che desideravi, comodamente a casa tua, senza brutte sorprese in quanto Amazon gestirà tutta la burocrazia doganale.

 

 

Come funziona? Per sfruttare questa nuova funzionalità dovrai aprire l’app di Amazon, andare sulle impostazioni relative al paese e lingua e selezionare “International Shopping”. Il servizio internazionale supporta, al momento, solo cinque lingue: inglese, spagnolo, cinese semplificato, tedesco e portoghese brasiliano, con pagamento in 25 valute diverse.

I clienti internazionali non potranno ancora sfruttare appieno tale vantaggio di Amazon – poiché farà parte di un pacchetto per clienti Prime – ma è chiaro che Amazon stia cercando di capire come può iniziare a connettere tra loro i vari mercati del mondo.

Si spera che il prossimo passo consista nell’aumentare il volume di prodotti spediti all’estero e ridurre i costi internazionali per i clienti.

Share This

Smartphone lento? Android lancia le versioni lite di alcune app

Finalmente anche nel Google Play Store italiano è arrivata la possibilità di scaricare la versione Lite – ovvero meno pesante per il processore e meno ingombrante per la memoria interna – di molte app, che risulta essere ottimale per gli smartphone con Android GO e per tutti gli altri device non proprio di ultimissima generazione. Così, per rendere più semplice la loro individuazione, gli sviluppatori stando aggiungendo tale dicitura nelle pagine dello Store, avvisando gli utenti della possibilità di scelta tra la versione standard e quella più “leggera”.Questa nuova funzione potrebbe, pertanto, essere rivolta anche ad un pubblico intermedio, che possiede un dispositivo più potente degli entry level destinati alla Go Edition ma che comunque non disdegnerebbe scaricare le sue app preferite in una versione meno pesante.

Alcuni esempi sono: Facebook, Messenger e Maps Go. Però, per conoscere con certezza quali saranno i piani di Google a riguardo, bisognerà attendere in quanto questa funzionalità sembra ancora in fase di test.

 

Share This

App Store in calo. Cresce, invece, Play Store

Secondo un’analisi di AppFigures, una piattaforma di analisi e approfondimenti di app per dispositivi mobili, l’App Store ha perso il 5% delle sue app totali nel corso del 2017, passando da 2,2 milioni di app iOS pubblicate all’inizio dell’anno a 2,1 milioni a dicembre.

Nel frattempo però, Google Play ha registrato una rapida crescita nel corso dello stesso anno, con un aumento del 30% ed oltre 3,6 milioni di app pubblicate.

AppFigures ha ipotizzato che i cambiamenti avessero a che fare con una combinazione di fattori, tra cui un’applicazione più rigorosa delle linee guida di revisione di Apple, insieme a un cambiamento tecnico che richiedeva agli sviluppatori di aggiornare le loro app all’architettura a 64 bit.

Nel 2016 Apple aveva infatti promesso che avrebbe “ripulito” il suo App Store rimuovendo app obsolete e abbandonate, facendo registrare ad ottobre di quell’anno un elevato numero di app eliminate.

Poi, nel 2017, il colosso di Cupertino ha eseguito una “pulizia” delle app clone e spam, eliminando dall’App Store centinaia di migliaia di app obsolete in un periodo di 12 mesi.

Tuttavia, AppFigures ha rilevato che il calo dell’AppStore ha avuto anche un’altra causa congiunta: molti sviluppatori iOS hanno rilasciato un numero di app inferiore rispetto agli anni del boom: si parla di solo 755,00 nuove app, un calo del 29% (il più grande dal 2008).

Gli sviluppatori Android, invece, hanno rilasciato il 17% in più di app nel 2017, per un totale di 1,5 milioni di nuove app.

Ciò, però, non significa necessariamente che gli sviluppatori non abbiamo effettivamente sviluppato un numero elevato di app iOS: potrebbe, invece, significare che il team di revisione di Apple sia diventato più severo nell’applicazione linee guida relative all’approvazione e allo sviluppo delle applicazioni, mettendo al bando molte app cloni e spam che popolavano lo store.

Inoltre, molte delle app Android rilasciate durante il corso dell’anno, altro non sono che app iOS trasferite dall’App Store al Google Play

Share This

Ecco le App che ti fanno guadagnare soldi veri!

Ormai, esistono app per ogni cosa ma…avresti mai pensato che esistano app che ti pagano? Ebbene sì, ci sono delle app di nuova generazione che ti garantiscono un vero e proprio guadagno in criptovaluta (che potrai tramutare in soldi reali tramite PayPal o buoni Amazon).
Quali sono? Sono moltissime, ma proviamo a fare un piccolo elenco:

  • Viuly: piattaforma di condivisione video, dove gli autori vendono l’accesso ai loro contenuti, e guadagnano anche dagli annunci pubblicitari. Come funziona? Gli utenti guardano video gratuiti e ricevono premi, e gli inserzionisti vendono annunci e pagano direttamente gli utenti, senza intermediari;
  • Quietcoin: l’app che ti premia prendendo una pausa dal cellulare, facendo qualcosa di impegnativo e praticando attività fisica per guadagnare soldi veri. L’app è ancora poco conosciuta in Italia, ma ha avuto abbastanza successo nel Regno Unito e Stati Uniti;
  • Nielsen App: per guadagnare (fino a 4€ a settimana, per ogni dispositivo registrato) basterà installarla, l’app si avvierà autonomamente ogni volta che accenderai il tuo device e resterà operativa in background. Raccoglierà anonimamente dati di navigazione e di utilizzo delle altre app del dispositivo per condurre un’analisi di tipo statistico. La tua privacy sarà assolutamente tutelata, senza intaccare password o dati sensibili;
  • CheckBonus: l’app che ti fa guadagnare semplicemente entrando in alcuni negozi della tua città, anche senza comprare e ricevere sconti in caso di acquisto! Potrai cumulare facilmente punti ogni giorno e convertirli in buoni Zalando, Trony, TotalErg, laFeltrinelli, Upim, Iper e tanti altri;
  • Klikkapromo: l’app che ti fa risparmiare fino al 50% sulla spesa al supermercato grazie ai coupon digitali da scaricare, che ti fanno guadagnare credito. Basterà acquistare al supermercato i prodotti in sconto con i coupon digitali, caricare lo scontrino sull’app e ti verrà riconosciuto del credito, che potrai cumulare nel tuo borsellino virtuale e che potrai convertire in buoni Amazon, buoni carburante, ricariche telefoniche e molto altro;
  • EM Eurisko Mobile: puoi guadagnare semplicemente installando l’app sul tuo smartphone. L’ app misurerà in forma anonima e non riconducibile all’individuo ciò che guardi in TV, o ascolti alla radio. Registrandoti, otterrai un credito di 5€ che crescerà con il passare dei giorni e che potrai ritirare tramite gift card o regali;
  • Google opinion Reward: rispondi a brevi sondaggi che ti saranno inviati una volta la settimana e ti sarà riconosciuto fino a 0,75 € in credito Play;
  • Streetspotr: ti consente di guadagnare svolgendo dei compiti, come fotografare un prodotto in un supermercato, controllare il menù di un ristorante oppure verificare che l’alloggio affittato per le tue vacanze rispecchi la descrizione di quando lo hai prenotato;
  • Streetbees: in questo caso, verrai pagato dagli stessi brand che usi ogni giorni, ti verràrichiesto di fotografare un determinato prodotto nella tua dispensa oppure indicare come scegli il tuo spuntino pomeridiano;
  • Ti frutta: è l’app della spesa che ti permette di ricevere una ricompensa in denaro nel momento in cui acquisti i tuoi prodotti preferiti. Basta consultare l’app e scoprirai i prodotti che ti riconosceranno dei soldi al momento dell’acquisto. Non si tratta di sconti o buoni spesa, ma a differenza delle altre app si sta parlando proprio di soldi;
  • Foap: se sei bravo a fare le foto quest’app potrebbe tornarti utile. Ti basterà caricare le tue foto sull’app e queste potrebbero essere acquistate ottenendo fino a 5$ ogni foto;
  • SlideJoy: disponibile solo per i device Android, una volta installata andrà ad inserire degli annunci pubblicitari e notizie nella schermata principale del tuo smartphone. In questo modo, potrai guadagnare dei soldi virtuali che si possono convertire in dollari ed essere trasferiti sul proprio conto PayPal.

La lista sarebbe ancora molto più lunga, ma abbiamo voluto segnalavi le principali app con le quali si può guadagnare qualche euro in più. È doveroso avvisare che queste app non ti faranno guadagnare una fortuna, ti consentiranno però di racimolare qualche euro o farti arrivare determinati prodotti…il che non è proprio un male! Non ti resta che scegliere l’app per guadagnare più adatta alle tue esigenze.

Share This