Tag Archives: Android Pie

Presentati Pixel 3 e 3 XL, i telefoni Google più costosi di sempre

Come avevamo annunciato ieri, Pixel 3 e Pixel 3 XL sono finalmente arrivati e non c’è molto di cui essere sorpresi. Per quanto riguarda l’aspetto, infatti, tutti i rumors si sono rivelati veritieri. Pertanto, quali sono le novità hardware? Prima di tutto, la fotocamera: singola sul retro e doppia nella parte anteriore, che consente di scattare foto grandangolari (ottima quindi per dei selfie a prova di Instagram!). Sono davvero tante le funzioni della nuova fotocamera, tutte da scoprire, tra cui “scatto migliore” in cui l’intelligenza artificiale sceglierà, tra una serie di scatti, l’immagine venuta meglio. Il sistema operativo è Android 9 Pie con la sua suite di strumenti “Benessere Digitale” per cercare di fare un uso più sano dello smartphone. Entrambi i device, inoltre, supportano la ricarica wireless e sono resistenti ad acqua e polvere. I nuovi smartphone possono essere preordinati già da adesso ma sarà possibile acquistarli solo dal 2 novembre. I prezzi? Pixel 3 costa 899€ nella versione da 64GB e 999€ nella variante da 128GB. Pixel 3 XL, invece 999€ da 64GB e 1099€ da 128GB.

 

 

 

Share This

Android P è finalmente realtà e ha il nome di un gustoso dessert

Lunedì Google ha annunciato il nome ufficiale per la nuova versione di Android: Android P è ufficialmente Android Pie. L’aggiornamento di Android 9.0 inizierà così ad essere disponibile prima per i telefoni Pixel e, da marzo in versione beta, su altri dispositivi. Android 9.0, include numerosi miglioramenti, tra cui nuove funzionalità di personalizzazione, per il risparmio della batteria e strumenti che consentono di tenere traccia del tempo trascorso sul telefono.

Grazie all’aggiornamento, il sistema imparerà dalle tue abitudini per apportare automaticamente modifiche e suggerimenti. Una nuova funzionalità, ad esempio, suggerirà scorciatoie specifiche per le app in base alle tue abitudini (es. come cercare le indicazioni stradali a casa o aprire la tua playlist preferita).


La funzionalità “benessere digitale“, inoltre, rappresenta il tentativo di Google di aiutarti a combattere la dipendenza da smartphone e trovare un equilibrio tra la tua vita digitale e quella fuori dal dispositivo: vi è, ad esempio, la funzione “wind down” che ti incoraggia a mettere giù il telefono prima di andare a dormire.

Ma per la maggior parte degli utenti, il cambiamento più ovvio riguarderà le gestures di navigazione. Android Pie è, infatti, il primo aggiornamento di Android ad affrontare le ultime tendenze nel design degli smartphone, come il notch e lo schermo edge-to-edge. Google ha risposto a questi cambiamenti con controlli di navigazione rinnovati. Navigazione a parte, Android Pie è anche la versione più personalizzata di Android, ci sarà molto da scoprire!

Share This