Apple è stata nuovamente accusata di violazione di brevetto

Apple è alle prese con l’ennesima battaglia legale, questa volta contro la Asahi Chemical and Solder Industries di PTE Ltd. di Singapore. La società ha intentato una causa per violazione di brevetto, in un tribunale distrettuale degli Stati Uniti in Ohio, accusando Apple di aver violato il suo brevetto di saldatura senza piombo nella produzione dei telefoni: iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 8, iPhone 8 Plus e il iPhone X. Mentre l’azienda con sede a Singapore non ha confermato la quantità di denaro che intende chiedere come risarcimento, ha però richiesto un processo con giuria (di cui Apple dovrà sostenere tutti i costi). La Asahi sostiene che Apple abbia violato un brevetto che è stato depositato dall’impresa nel 2001, il quale fa riferimento a “leghe per saldatura con proprietà fisiche e chimiche migliorate che comprendono quantità efficaci di stagno, rame, argento e bismuto”. Questa è stata la terza volta in questo mese che Apple è stata accusata di violazione di brevetto.

 

Share This